Scuola, la Regione riapre i termini del bando per i libri gratis a studenti e studentesse di famiglie a basso… – La Repubblica

SalvaSalvatoRIMOSSO 0

E’ stato riaperto il nuovo Avviso regionale finalizzato alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e sussidi didattici a studenti e studentesse a basso reddito delle scuole secondarie di 1° grado e 2° grado statali e paritarie per l’anno scolastico 2022/2023.
Dalle ore 12.00 del prossimo 12 settembre e fino alle ore 12 di venerdì 30 settembre sarà possibile presentare la domanda per tutti chi appartiene a nuclei familiari con un ISEE inferiore o pari a 10.632,94 euro. Questo nuovo bando nasce per rispondere alle richieste di numerose famiglie che non sono riuscite a presentare l’istanza nei termini previsti nel precedente Avviso conclusosi lo scorso 29 luglio e che rischiavano, dunque, di rimanere fuori dalla misura regionale che supporta la frequenza alle attività scolastiche di migliaia di studenti/esse a basso reddito. 
L’istanza dovrà essere presentata unicamente per via telematica attraverso la piattaforma https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/, alla sezione Libri di testo a.s. 2022/2023. La piattaforma acquisirà i dati sull’ISEE direttamente dalla Banca dati dell’INPS, pertanto al momento della presentazione dell’istanza è necessario che per il nucleo familiare sia già disponibile, nel sistema INPS, una attestazione ISEE valida. Il riconoscimento del beneficio sarà preceduto dalla verifica della residenza dello studente o della studentessa, della frequenza scolastica, dell’effettiva spesa sostenuta nel caso di erogazione di rimborso delle spese.
“Sono ben 64.952, fino ad ora, gli studenti e le studentesse pugliesi a basso reddito che riceveranno il bonus regionale per la fornitura gratuita di libri di testo o sussidi didattici per il prossimo anno scolastico –  fa sapere l’assessore regionale all’Istruzione -. Con il precedente Avviso, conclusosi alla fine di luglio, abbiamo accolto tantissime domande con un incremento di circa 10.000 istanze rispetto allo scorso anno. Numeri importanti ma che evidentemente non hanno coperto tutto il fabbisogno, viste le numerose richieste che ci sono pervenute oltre la scadenza”.
I Quartieri di Bari

source

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un commento

Il comparatore
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale
Confronta gli articoli
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confrontare