Scuola, per ogni studente mille euro di spesa all'anno. Spunta l’ipotesi e-book, anche per alleggerire gli zai – ilmattino.it

SalvaSalvatoRIMOSSO 0

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.
Zaino in spalla, oggi si torna in classe. E torna anche quel peso eccessivo dei libri che grava tanto sulle famiglie italiane. Una soluzione potrebbe però essere l’adozione dell’ebook: cresce infatti il pressing di professori e genitori per una svolta tecnologica che aiuterebbe i ragazzi e le famiglie su più fronti. Tra libri (solo patinati, per favorire le illustrazioni), manuali, quaderni (ormai quasi esclusivamente formato gigante), è una spesa decisamente importante quella che pesa sulle famiglie, già alle prese con un autunno particolarmente caldo sul fronte dei prezzi.
Secondo l’Osservatorio nazionale di Federconsumatori si arriva infatti a spendere, in tutto l’anno scolastico, qualcosa come mille euro o giù di lì. I conti sono presto fatti: per ogni studente in media si spenderanno 481 euro per l’acquisto dei testi obbligatori e di almeno due dizionari. Con una variazione rispetto al 2021 pari al +2%, quindi in costante crescita. Il calcolo è stato effettuato prendendo in considerazione le diverse classi delle scuole medie, dei licei e degli istituti tecnici, e il costo dei libri nuovi. A questo si deve aggiungere la spesa del materiale scolastico che registra un aumento medio del 4,3% rispetto al 2021 e ammonta a circa 571,6 euro per ciascun alunno, considerando anche i ricambi che saranno necessari durante l’intero anno. Ma non è tutto perché la spesa complessiva si impenna per coloro che iniziano un nuovo ciclo, vale a dire per chi frequenta la prima media o il primo anno delle superiori e deve acquistare tutto nuovo. Uno studente di prima media spende infatti, mediamente, per i libri di testo e due dizionari 443,03 euro con un aumento del 3% rispetto allo scorso anno. Mentre uno studente di primo liceo spenderà per i libri di testo e 4 dizionari qualcosa come 683,46 euro con una crescita del 2% rispetto allo scorso anno. A queste cifre vanno aggiunti i costi per il corredo scolastico. Costi che pesano sulle tasche delle famiglie italiane e sulle spalle degli alunni. Per i costi c’è chi prova ad abbatterli rivolgendosi al mercato dell’usato con cui, secondo Federconsumatori, si risparmia fino al 24%. Un abbattimento di un quarto della spesa che di certo aiuta il bilancio famigliare. Sono molti i mercatini disponibili, infatti, sia online sia presenti fisicamente vicino alle scuole, c’è il passaparola tra studenti più grandi e ci sono librerie specializzate proprio nella compravendita di testi usati, ovviamente in buono stato. 

Video

Ma la soluzione, come si diceva, potrebbe essere un’altra ed è decisamente a portata di mano: l’ebook. Se i ragazzi potessero scaricare il libro in formato digitale su un tablet, i costi diminuirebbero, così come scenderebbe il consumo di carta e, con essi, anche il peso sulle spalle dei bambini e degli adolescenti. Fino a qualche anno fa l’adozione dell’e-book in classe doveva vedersela con la mancanza di dispositivi ad hoc: la spesa per acquistarli non valeva certo il risparmio sul costo del testo cartaceo. Non erano infatti disponibili in tutte le famiglie, ma ora la situazione dovrebbe essere cambiata.  

Con la pandemia e la necessità della didattica a distanza, infatti, molti studenti hanno un dispositivo tecnologico e lo sanno anche utilizzare, spiegano molti presidi: lo hanno acquistato le famiglie oppure gli è stato dato dalle singole scuole, in comodato d’uso. Lo stesso potrebbe ripetersi per adottare l’e-book in classe. All’estero, in diversi Paesi, funziona sia per abbassare i costi sia, appunto, per limitare i danni sulla schiena dei ragazzi. Uno zaino infatti arriva a pesare anche 8 chilogrammi e oltre. Decisamente troppo visto che, secondo quanto riportato da uno studio del ministero della salute, uno zaino non dovrebbe pesare più del 10% del peso corporeo dello studente che lo porta sulle spalle: un alunno delle elementari di 35 kg non dovrebbe avere quindi una cartella che supera i 3,5 kg, uno di 60 kg delle scuole superiori non dovrebbe superare i 6 kg di libri a carico.

source

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un commento

Il comparatore
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale
Confronta gli articoli
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confrontare